Ispirazioni

NCS TRENDS 2016 – RAW & ATMOSPHERIC

Oggi ci occupiamo del secondo trend cromatico identificato da NCS come tendenza per il 2016 in fatto di palette per l’architettura e per il design d’interni. Dopo aver visto la scorsa settimana Equatorial & Energetic, il primo trend individuato dagli specialisti NCS, vediamo ora nel dettaglio un trend diametralmente opposto: Raw & Atmospheric.

Viviamo in un’epoca in cui “raw”, nell’accezione di “grezzo”, “crudo”, è divenuta una delle più importanti parole chiave, riflettendo il clima d’indurimento, d’inasprimento del nostro mondo – sia sociale sia ambientale. I conflitti e le contraddizioni sono, infatti, oggi più diffuse che mai, e le forze nascoste della natura sembrano creare fenomeni naturali aggressivi, in alcuni casi catastrofici, più frequentemente di prima.

La bellezza della natura emerge allora non più come un raffinato e composto sguardo estatico, ma come un mix di paesaggi sempre mutevoli che sembrano ridefinire costantemente il rapporto dell’uomo con il mondo naturale. Se l’irrigidimento del clima è stato un potente stimolo iniziale al trend “industrial” che già conosciamo, il suo inasprimento contemporaneo comporta una risposta correlata, un intensificarsi dei toni di questo stesso mood.

In Raw & Atmospheric assistiamo così a un aumento della crudezza nella direzione industriale, le ambientazioni sono così sempre più brusche, con superfici invecchiate, metalli arrugginiti e materie prime grezze. Ma in questo trend robusto, deciso, si fondono perfettamente anche l’organico e l’artificiale, che si riflettono nella sua tavolozza di colori dai toni neutri che sono comunque morbidi e smorzanti. Un focus sugli effetti di superficie e sui trattamenti è allora la chiave per la perfetta riuscita della sua atmosfera grezza ma preziosa.

Raw-and-atmospheric_Ambientazione_Trend-NCS_Bianchetti

Quanto c’è d’organico e artificiale, inteso come “fatto dall’uomo”, in questa tendenza è, secondo gli studiosi del colore NCS, semplicemente il risultato della crescente consapevolezza dell’urgenza di conservazione delle risorse naturali. Così come il crescente interesse per sostituti sintetici innovativi, che si fanno strada prepotentemente, piuttosto che prendere spunto dal mondo naturale per fini estetici. Combinando pertanto la crudezza con elementi biologici o fatti dall’uomo, questa tendenza combina pesantezza e leggerezza, con una ventata di novità.

In conclusione possiamo quindi affermare che questo trend si inserisce nella tendenza “industrial”, inasprendola ulteriormente nei toni, ma al contempo smorzandola e contrappuntandola con l’aggiunta di pigmenti più morbidi che rappresentano atmosfere più naturali, organiche, umane.

A presto con “Aquatic & Mystifying”, il terzo dei quattro trend NCS per il 2016!

Precedente Successivo

Leggi anche...

Nessun commento

Scrivi un commento